Recensione Carta Hype – Guida Completa 2019

Stai cercando una carta di debito con ampi margini di spesa, una grande sicurezza, al passo con le tecnologie più recenti e decisamente economica? Forse dovresti provare Hype e dare un’occhiata alla nostra recensione, per scoprire se questa carta prepagata fa davvero al caso tuo.

Cos’è Hype?

Con 60 mila nuovi conti aperti ogni mese, Hype si candida ad essere una delle migliori carte di debito con IBAN dedicato ed un home banking associato. Hype è un prodotto di Banca Sella ed unisce una versatilità ammirevole, grazie alle numerosi funzioni smart gestibili da applicazione, ad un’ottima solidità e praticità come carta quotidiana standard. Può essere intestata, previa autorizzazione del genitore, a persone fino ai 12 anni: una caratteristica molto apprezzata, specie se hai figli e desideri gestire le loro piccole finanze in modo moderno, responsabilizzante ed efficiente. Hype opera sul circuito MatserCard ed è quindi accettata ovunque, sia in Europa che all’estero. Uno dei principali pregi di Hype è – come vedremo – la ricarica sempre gratuita, in tutte le opzioni disponibili.
Sottoscrivere Hype è gratuito se scegli il piano base (Hype Start), mentre costa 1€ al mese se scegli l’opzione premium (Hype Plus).
Vediamo genericamente quali sono le principali caratteristiche di Hype:

  • Tipo di carta: Prepagata con IBAN
  • Banca: Banca Sella Spa
  • Circuito: MasterCard
  • App dedicata: sì
  • Versione aziendale: no

Per quanto riguarda altri aspetti dobbiamo fare invece differenza tra l’offerta Hype Start e quella Hype Plus

Hype start

  • Plafond: 2.500 €
  • Canone: gratis
  • Limite: 2.500 € al giorno per ogni singola operazione di trasferimento denaro in uscita, bonifico o pagamento con carta, 250 € al giorno per il prelievo

Hype plus

  • Plafond: 20.00 € (ricaricabili 50.000 € annui)
  • Canone: 12€ annui
  • Limite: 5.000 € al giorno per ogni singola operazione di trasferimento denaro in uscita, bonifico o pagamento con carta, 1.000 € al giorno per il prelievo

Come funziona Hype?

Il funzionamento di Hype è intuitivo e molto piacevole: fornisce tutte più recenti tecnologie in fatto di scambio di denaro e gestione del conto da smartphone, senza perdere la vocazione da carta destinata ad un uso quotidiano.

Ottenere Hype

Ottenere Hype è facile e piuttosto veloce; tutte le operazioni volte all’ottenimento della carta e dell’IBAN si svolgono comodamente online.
Una volta aperto il sito internet, bisogna assicurarsi soltanto di avere uno smartphone con fotocamera ed il proprio documento di identità valido a portata di mano. Innanzi tutto scegli se desideri sottoscrivere Hype Start o Hype Plus. In entrambi i casi i dati personali richiesti sono gli stessi: nome, cognome, codice fiscale, il numero di cellulare, un indirizzo email, la residenza ed il domicilio (se diverso dalla residenza).

Una volta sbrigata la procedura ti verrà attribuito il numero della carta e potrai decidere di aggiungere o meno – senza costi aggiuntivi – la carta fisica a quella virtuale. Consigliamo ovviamente di richiedere anche la versione fisica, vista la gratuità del servizio: possedere una carta tangibile con PIN, specie in Italia, è ancora indispensabile nel quotidiano e – aspetto non secondario – ti permette di fare prelievi dagli ATM.
Alla fine della registrazione, per certificare la tua identità ti verrà chiesto di scattare un selfie con in mano il documento di identità. Riceverai in brevissimo tempo notizie sulla tua domanda; qualora fosse stata respinta, sarà il team di Hype a comunicarti quale “errore” hai commesso, per poter rimediare.

Utilizzare Hype Start ed Hype Plus

Il funzionamento della carta Hype offre davvero moltissime opportunità. I servizi messi a disposizione da Hype Start e Plus si somigliano molto: il piano premium ha qualche piccola funzionalità in più e tra le due tipologie di contratto differiscono i volumi economici movimentabili.

  • Uno dei punti di maggior forza di Hype è sicuramente la ricarica gratuita: che tu scelga di ricaricarla attraverso bonifico, altra carta di credito o tramite ATM di qualsiasi tipo, l’operazione è totalmente gratuita sia sul piano Start che su quello Plus.
  • Con Hype puoi prelevare da ATM in qualsiasi parte del mondo senza alcun sovrapprezzo o commissione.
  • Grazie all’IBAN dedicato puoi inoltrare bonifici e riceverne a costo zero. Quello che veramente fa la differenza è la gratuità: inviare bonifici dal conto Hype è sempre gratuito, caratteristica davvero inedita nel panorama bancario attuale.
  • Grazie a Google Pay e Apple Pay puoi pagare contactless anche attraverso lo smartphone, basta registrare la tua Hype sulle due applicazioni di trasferimento denaro.
  • L’applicazione dedicata è molto versatile e davvero piena di funzioni: grazie ad essa riuscirai a scambiarti denaro in P2P con altri correntisti Hype (e anche coloro che non possiedono una carta conto Hype potranno comunque registrarsi al portale tramite un link per ricevere il tuo versamento); puoi pagare bollettini direttamente con lo smartphone; puoi creare un salvadanaio virtuale che gestisce per te una riserva di denaro, impostare obiettivi di risparmio mensili, consultare le tue statistiche di spesa (in quale tipologia di bene o bisogno investi maggiormente, con quale frequenza, ecc); hai un portale dedicato dove concludere acuisti con un buon cashback.
  • (Solo su Hype Plus) Hype Plus aggiunge due funzioni molto importanti se commisurate al piccolo canone per mantenerla attiva (12€ annui): la possibilità di accreditare lo stipendio su IBAN Hype e quella di dedurre dal conto in automatico spese/canoni periodici (abbonamenti a servizi o rate, ad esempio).

Ricaricare Hype Start ed Hype Plus

Come abbiamo già accennato durante la recensione, la ricarica è uno dei punti forti di Hype. A differenza della maggioranza delle carte concorrenti Hype si ricarica sempre gratuitamente, qualunque sia la il mezzo scelto per farlo. Puoi scegliere tra le seguenti modalità:

  • Attraverso un’altra carta di pagamento: puoi memorizzarne fino a 5 sull’applicazione Hype e ricaricare la tua Hype con un tocco veloce.
  • Attraverso un bonifico ordinario intestandolo all’IBAN dedicato.
  • Trasferendo denaro tramite P2P da un altro conto Hype.
  • Alle filiali di Banca Sella, direttamente in contanti.
  • Ricarica in contanti presso i supermercati abilitati (Pam) utilizzando l’applicazione per generare un codice o attraverso gli ATM di QuiMultibanca.

Quanto costa la carta Hype?

La carta Hype ha dei costi praticamente nulli, sia per quanto riguarda l’attivazione sia rispetto all’utilizzo. Attivare Hype Strt e Hype Plus è del tutto gratuito: solo per l’opzione Plus esiste un piccolo canone mensile di 1€ (12€ annuali), decisamente contenuto se consideriamo i servizi in più offerti dal piano premium.

Per quanto riguarda i costi di utilizzo, la carta Hype non ne ha, né sui bonifici né soprattutto sui prelievi da ATM: un vantaggio non da poco, specie se confrontato con il tariffario della concorrenza.

Hype è sicura?

Come tutte le carte prepagate, Hype ha raggiunto un livello di sicurezza equiparabile a qualsiasi carta di credito classica collegata a conto corrente. Non devi temere per la tua privacy, né per le tue finanze. Il numero verde per le emergenze è attivo h24 ed il servizio clienti èmolto preparato.

Vantaggi e svantaggi di Hype

La carta Hype, sia nella sua versione Start che nella versione Plus è una carta dai moltissimi pregi e dagli scarsissimi difetti. Come abbiamo detto, è estremamente versatile e ha costi irrisori; se si sceglie il piano Start praticamente la si utilizza totalmente gratis mentre il canone dell’opzione premium ha un costo talmente basso da rendere la sottoscrizione quasi obbligatoria, specie a fronte dei servizi aggiuntivi (plafond più ampio, possibilità di accreditare stipendio e addebitare spese fisse, maggiore movimentazione di denaro per singola operazione ecc.). Abbiamo già nominato più volte la possibilità di fare bonifici e prelievi ATM in modo gratuito e di poter svolgere tramite applicazione qualsiasi operazione di ricarica, pagamento o trasferimento di denaro. Hype è adatta ai più giovani (fino ai 12 anni), grazie al controllo in tempo reale delle spese e alle statistiche mensili, ma potrebbe risultare utile anche ai “cattivi pagatori” che hanno qualche problema coi propri conti bancari primari.

Difficilmente potremmo trovare un difetto a questa carta; probabilmente l’unico limite è l’impossibilità di usarla a scopi aziendali, dovendo essere necessariamente intestata ad una persona fisica. D’altronde Hype è stata progettata per rivolgersi ad un pubblico di privati, non per concorrere nell’ambito del business e delle imprese.

Opinioni su Hype e conclusioni

Hype è sicuramente una delle migliori carte prepagate sul mercato ed è davvero un prodotto vincente per l’uso quotidiano, sia nella sua versione gratis sia in quella a pagamento. Spicca in mezzo alla concorrenza per ricchezza di servizi, facilità di utilizzo, versatilità e convenienza. Hype è adatta a tutti i privati che desiderino uno strumento potente e economico per affrontare le esigenze della vita di tutti i giorni. A titolo di esempio, ecco alcune recensioni su Hype:

 

 

 

Lascia un commento