Che cos’è la polizza fideiussoria assicurativa e come funziona?

Chi ha bisogno di richiedere un prestito ad una banca o istituzione finanziaria potrebbe trovarsi nella situazione in cui gli venga richiesto di presentare un garante,  che si impegni a pagare il debito contratto nel caso in cui il debitore sia impossibilitato a farlo. La garanzia non deve necessariamente venire da una persona fisica: è infatti possibile richiedere di stabilire la fideiussione assicurativa. Vediamo come fare e quali sono i costi associati ad essa:

Polizza fideiussoria assicurativa: che cos’è e perché conviene?

La fideiussione assicurativa è un accordo che regola il rapporto tra i seguenti soggetti:

  • il contraente, cioè la persona che deve fornire una garanzia alla banca o all’agenzia assicurativa per qualsivoglia ragione;
  • il beneficiario, ovvero il soggetto che trae beneficio dalla fideiussione assicurativa come garanzia all’accordo che il contraente ha precedentemente sottoscritto;
  • il fideiussore, ovvero l’agenzia assicurativa o l’ente bancario che assicura il contraente

Ora che sappiamo cosa sia la fideiussione assicurativa, non ci rimane che capire perché potremmo voler ricorrere a questa soluzione. Tra le ragioni principali, la più importante è sicuramente l’economicità rispetto alle polizze che si possono ottenere da enti bancari e istituti finanziari. Inoltre, l’iter burocratico della polizza fideiussoria assicurativa è anche molto più veloce e facile.

Parliamo anche delle tempistiche: nel caso della fideiussione assicurativa, ci vorranno un paio di giorni,  mentre la polizza bancaria sarà pronta in qualche settimana. Infine, un altro vantaggio è che si può avere il servizio di tutela assicurativa solo a fronte del pagamento del premio, ovvero il costo della fideiussione assicurativa.

Come si richiede una fideiussione assicurativa?

La polizza fideiussoria assicurativa può essere ottenuta sia da aziende che da privati. Di solito, si concede a clienti già fidelizzati, e non esistono grossi rischi a livello economico. La procedura da seguire per la richiesta è simile a quella per la fideiussione bancaria, ma decisamente più veloce. I documenti che devono essere presentati sono il documento di identità e codice fiscale, le ultime buste paga ed un documento di reddito, ovvero un CUD o un modulo 730.

Una volta verificato che il richiedente sia solvibile e l’entità del rischio, sarà preparata la polizza fideiussoria, nella quale devono essere indicate la durata del contratto, l’importo e il costo della fideiussione. Di solito, la garanzia assicurativa di un’agenzia assicurativa richiede solo il pagamento della polizza: nel caso di un ente bancario invece può essere richiesto il congelamento di beni, titoli o somme di denaro come misura di tutela dell’ente.

Il costo di una fideiussione assicurativa

Il costo della fideiussione assicurativa può essere saldato a rate o in un’unica transazione. Il costo cambia a seconda della fideiussione assicurativa, ma dipende da certe variabili, come l’importo coperto dalla fideiussione, la durata, il tipo di contratto e il tasso di interesse che viene stabilito a seconda dell’affidabilità creditizia del richiedente.

Non è compito semplice stabilire quale sarà il costo, ma raccomandiamo di rivolgersi alla propria compagnia e trovare la soluzione migliore.

Perché richiedere la fideiussione assicurativa?

La fideiussione assicurativa non è sempre la soluzione ideale: in molti casi per poter aver diritto ad un finanziamento vengono fatte delle richieste che non tutti possono soddisfare. Una compagnia assicurativa quindi se ne prende la responsabilità, e garantisce per debitore. Pensiamo ad esempio alla fideiussione assicurativa richiesta dai proprietari di un appartamento che deve essere messo in affitto, richiesta per evitare di ricorrere a conseguenze come lo sfratto per morosità.

Oppure i liberi professionisti che utilizzano una fideiussione assicurativa per il rimborso IVA, quando vantano un credito con l’Agenzia delle Entrate. Per lo più, la polizza assicurativa fideiussoria può essere utilizzata per una corretta esecuzione dei lavori per appalti pubblici, così da garantire la massima tutela a tutte le parti coinvolte.

Lascia un commento