Costi auto deducibili, detraibili e ammortamenti. Guida completa

Mi conviene comprare un’auto nuova per pagare meno in tasse? Quanto posso dedurre? Quanto posso detrarre? È ancora valida la frase fatta anni ’80, “cambio la macchina per pagare meno tasse”?

La convenienza fiscale di comprare un’auto nuova non è più valutabile, poiché i costi deducibili incidono in misura minima sul carico tributario della persona, sia essa fisica o giuridica.

Conviene piuttosto porre nuovamente la domanda in questi termini: se devo cambiare l’auto quanto posso dedurre, e detrarre con IVA e ammortamenti? In questo articolo andremo ad analizzare nel dettaglio la deduzione dei costi, e la detraibilità dell’IVA sulle auto.

Costo dell’auto

Il costo dell’auto è deducibile, in funzione dell´art. 164 del T. U. Imposte e Redditi del 1986 che sancisce i limiti di deduzione delle spese per mezzi a motore, utilizzati da imprenditori, artisti e professionisti.

Una modifica legislativa del 2016, 232 sancita dall´art.1, esplicita le categorie di veicoli sono deducibili solo se rientrano nella fattispecie di:

  • Auto utilizzate esclusivamente come beni strumentali nella propria impresa
  • Auto adibite a uso pubblico

L’auto è deducibile al 100% solo se l’uso è strettamente esclusivo come bene strumentale dell’azienda; nella misura del 20% autovetture e autocaravan. Non può essere utilizzata per scopi privati (week end in famiglia, ferie); deve essere un mero strumento di lavoro dell’impresa.

Ecco ora una lista con alcuni esempi di veicoli di utilizzo esclusivo deducibili al 100%:

  • Lo scooter della pizzeria che consegna a domicilio
  • Il furgone refrigerato del venditore di pesce al mercato
  • Il camion per trasporti conto terzi
  • L’auto della scuola guida
  • La barca a vela per lo skipper che fa corsi

Veicoli adibiti ad uso pubblico deducibili al 100%:

  • Taxi
  • Pullman scolastici

Per inerenza con l’attività d’impresa si aggiungono le categorie di autocarri, mezzi d’opera, scavatori, trattori, ecc. L’acquisto deve essere in ogni caso inerente all’attività d’impresa.

Come dedurre il 100%?

In ammortamento

Se si acquista l’auto pagandola con bonifico, o tramite finanziamento, ma si è a tutti gli effetti possessore del bene, il costo dell’auto viene spalmato in 4 anni, al 25%, ricordando che per il primo anno il “rate” è dimezzato (12,5%).

Per esempio, se il costo d’acquisto è di 40.000 euro, il primo anno i costi deducibili saranno 5.000 di euro, è il veicolo andrà in ammortamento per i successivi 4 anni:

  • Secondo anno: 10.000 euro
  • Terzo anno: 10.000 euro
  • Quarto anno: 10.000 euro
  • Quinto anno: 5.000 euro

È bene sottolineare che si considera l’inizio di ammortamento dell’auto, nell’anno in cui si comincia l’uso, e non nell’anno d’acquisto del bene. Nel caso di un autocarro l’ammortamento della spesa è deducibile in 5 anni.

Auto per uso promiscuo deducibile al 20%

S’intende per uso promiscuo un veicolo non esclusivamente aziendale, ma utilizzabile anche per scopi privati. Per dedurre costi di auto per uso promiscuo, il fisco applica delle franchigie, con deduzione possibile per auto di valore fino a 18.075,99 euro.

Per esempio, se il costo di acquisto è 40.000 euro, la soglia di deducibilità per il fisco resta 18000 euro.

Deduzione per il 20% di 18.000 euro= 3600 euro ammortizzabili in 4 anni, ricordando che il valore del primo ammortamento è sempre dimezzato, quindi di 450 euro.

Agenti immobiliari e assicurativi sono sottoposti allo stesso trattamento di deducibilità del 20 %, mentre una parentesi a parte si apre per un’altra categoria, da sempre agevolata in tema di deducibilità, ovvero gli agenti e rappresentanti di commercio. Per questa tipologia di lavoratori, la soglia del massimale deducibile per l’acquisto dell’auto, aumenta nella cifra di 25.000 euro, potendo dedurre il costo fino all´80%.

Per esempio, se il costo di acquisto è 25.000 euro, il veicolo darà deducibile all´80% =20000 euro deducibili in 4 anni:

  • primo anno deducibili 2500 euro
  • secondo anno 5000euro
  • terzo anno 5000 euro
  • quarto anno 5000 euro
  • quinto anno 2500 euro

Costi deducibili e detraibili per auto a noleggio

Nel caso si voglia invece noleggiare l’auto o pagare canoni di leasing per godere del bene e utilizzarlo da subito valgono le stesse regole sopra citate.

Se il leasing è applicato ad un’auto utilizzata esclusivamente come bene strumentale per lo scopo d´ impresa la deducibilità resterà del 100%. Per uso promiscuo sarà deducibile per il 20 % sempre con una proporzionalità dei canoni entro i 18000 euro. Vale sempre la regola di deducibilità dll´80 % per rappresentanti e agenti di commercio.

Nel caso in cui un’azienda acquisti un’auto per darla in uso al proprio dipendente, può dedurre i canoni se la durata del contratto di leasing è superiore al 50% del valore di ammortamento. E’ possibile dedurre i canoni di leasing dell’auto in uso al dipendente, se il contratto è superiore a 24 mesi. Se l’auto sarà destinata ad uso promiscuo, la deducibilità risulterà pari alla durata dell’ammortamento.

Per il fisco in realtà non importa il valore totale del leasing che si stipula; se il valore sarà superiore alla quota ammessa, la deduzione sarà possibile ugualmente, creando una fiscalità differita. Si tratta di spostare le spese deducibili negli anni successivi, calcolati in proporzione tra il rapporto di competenza, e l’intera durata del contratto. Da notare che sulle rate di leasing vanno scorporati gli interessi passivi, che sono deducibili solo in minima parte.

Il noleggio dell’auto è deducibile

Se come al solito dell’auto se ne fa un uso esclusivo come bene strumentale dell’impresa, la deducibilità del mezzo è del 100%. Per uso promiscuo la fascia deducibile è pari al 20 %; per rappresentanti e agenti di commercio ancora un’aliquota più benevola dell´80%. Il limite annuo di spesa di noleggio consentito dalla deducibilità del fisco si attesta sui 3615,20 euro.

Se per esempio si noleggia l’auto per 6 mesi spendendo 10.000 euro, la deducibilità che spetta sarà 3615,20 diviso 2= 1800 euro circa.

Quanta IVA è detrabile?

Riguardo alla detraibilità dell’IVA, si tiene presente la normativa dell’art. 19-bis, comma 1, lettera c del DpR 633/72.

Secondo il Decreto IVA, se si acquista l’auto come uso esclusivo e strumentale dell’impresa, o come veicolo ad uso pubblico, la detraibilità risulta del 100%. Lo stesso principio vale per il leasing e per il noleggio, riguardo alla totale detraibilità. Se l’auto è acquistata per uso promiscuo, l’IVA è detraibile per il 40 % (il 60% di IVA non detratta va a figurare come costo).

Rappresentanti e agenti di commercio detraggono l’IVA al 100%; nel caso di leasing o noleggio resta sempre detraibile nella percentuale del 40%.

Lascia un commento