Carta Chiara – Come funziona, Recensioni e Opinioni

Carta Chiara è una carta prepagata ricaricabile emessa da Nexi, pensata per coloro che sono alla ricerca di un metodo di pagamento conveniente ed alternativo al contante.

Nonostante l’assenza dell’IBAN e il suo plafond limitato, è una soluzione molto comoda e semplice da utilizzare per chi utilizza per la prima volta le carte prepagate.

Appartiene a due circuiti internazionali, VISA Electron o Mastercard, può essere usata in Italia e all’estero, ha costi di cambio valuta molto bassi ed emessa da numerosi istituti bancari convenzionati con NEXI.

Cos’è Carta Chiara

Carta Chiara è una prepagata ricaricabile senza IBAN, adatta a giovani, studenti e famiglie che vogliono limitare l’utilizzo del contante e avere uno strumento di pagamento sicuro. Può essere attivata anche dai minorenni.

Si tratta di una carta molto semplice da usare ed estremamente versatile, non serve avere un conto corrente per richiederla e può essere utilizzata in tutti i negozi tradizionali e online.

Anche se ha un plafond limitato, è comunque un’ottima soluzione per chi desidera avere sempre a disposizione la possibilità di pagare e prelevare contatti presso gli sportelli ATM di tutto il mondo.

Vediamo quali sono le principali caratteristiche di Carta Chiara:

  • Tipo di carta: Prepagata ricaricabile
  • Banca: Istituti bancari convenzionati con Nexi
  • Circuito: VISA Electron/Mastercard
  • Plafond: 12.500 €
  • Prelievi: sì, con la carta fisica, a pagamento.
  • Canone: Gratis
  • Limite: 3.500 € al giorno di ricarica massima, nessun limite per il prelievo
  • Bonifici: no

Altri limiti di Carta Chiara riguardano le operazioni di ricarica, se si effettua tramite uno sportello della banca collocatrice, il limite di importo ricaricabile è di 3.000€, mentre di 300€ presso le ricevitorie Sisal e 250€ tramite operazione di ricarica da ATM.

Questa carta prepagata è contactless, può essere utilizzata per importi fino a 25€ senza dover inserire il PIN con tutti i POS abilitati.

Come funziona Carta Chiara

Carta Chiara è stata concepita per essere uno strumento di pagamento alla portata di tutti, in grado di essere la soluzione alle più svariate esigenze di acquisto. Scopriamo come richiedere Carta Chiara, come utilizzarla e ricaricarla.

Ottenere Carta Chiara

È possibile richiedere Carta Chiara presso una delle banche convenzionate con NEXI, per conoscere la lista ti invitiamo a visitare il sito ufficiale della carta www.nexi.it.

Per ottenerla bisogna presentarsi fisicamente alla filiale della banca con documento d’identità e codice fiscale, compilare il modulo di richiesta e pagare i costi di emissione.

La carta viene consegnata subito all’interno di una busta sigillata, con all’interno anche il codice PIN necessario per l’utilizzo. Specifichiamo che per richiederla non è necessario avere un conto in banca, né essere clienti della stessa. In alternativa è possibile anche fare richiesta della Carta online, attraverso il sito ufficiale dell’istituto.

Utilizzare Carta Chiara

  • Puoi fare acquisti in tutti i negozi che dispongono del circuito di pagamento Visa o Mastercard
  • Prelevare contanti presso ATM in Italia e all’estero
  • Effettuare acquisti online
  • Gestire il saldo e i movimenti dall’home banking o dall’applicazione Nexi Pay

Ricaricare Carta Chiara

Carta Chiara può essere ricaricata con diverse modalità, vediamole nel dettaglio:

  • In contanti tramite lo sportello della banca nella quale è stata acquistata e attivata
  • Online tramite l’home banking della banca
  • In uno degli sportelli automatici delle banche abilitate
  • Presso tabaccherie e ricevitorie Sisal convenzionate
  • Tramite App Nexi Pay

Quanto costa Carta Chiara

Costi di attivazione

Carta Chiara è una prepagata ricaricabile senza canone, il che vuol dire che è possibile utilizzarla senza dover pagare un importo fisso mensile. Al momento della richiesta e attivazione, il costo è di 15€, in cui è inclusa anche la prima ricarica.

Costi di gestione

Carta Chiara presenta diversi costi relativi al prelievo e alla ricarica: per prelevare il contante in Italia e in Europa il costo è di 3,50€, mentre nei paesi Extra-EU è di 5€.

Per effettuare una ricarica allo sportello occorre pagare 2,50€, mentre se eseguita negli ATM del circuito QuiMultibanca l’importo è di 3€.

Anche la ricarica presso i punti vendita Sisal Pay ha un costo di 3€. Per l’acquisto di carburante per una somma pari o superiore ai 100€, la commissione da pagare è di 1,50€.

Inoltre, viene applicato il 2% di tasso di cambio sull’importo delle operazioni effettuate con una moneta diversa dall’euro. In caso di sostituzione della carta il costo è pari a quello dell’attivazione.

Carta Chiara è sicura?

Carta Chiara è una prepagata ricaricabile sicura, presenta il servizio di protezione anti-frode 3D Secure Code di Mastercard o Visa Electron, sistema che può essere attivato gratuitamente tramite l’applicazione Nexi Pay o dall’home banking nella sezione dedicata.

Per rendere ancora più sicure le transazioni è possibile utilizzare anche l’SMS facoltativo che riceverai sul tuo numero di cellulare ogni volta che verrà eseguito un pagamento superiore a 51 euro o un prelievo al di sopra di 101 euro.

Tramite applicazione o chiamando il servizio clienti (800 822 056 in Italia e +39 02 6084 3768 all’estero), si può bloccare la carta e riceverne un’altra in caso di furto o smarrimento della stessa.

Quali sono i vantaggi

I vantaggi di Carta Chiara sono da riscontrare soprattutto nella sua versatilità di utilizzo, in quanto può essere praticamente utilizzata ovunque. In base alla banca che la rilascia, la Carta può essere Visa o Mastercard, per cui è utilizzabile in tutti i punti vendita aderenti con questi due circuiti. Può essere utilizzata anche per effettuare acquisti online.

Un altro vantaggio è la possibilità di poter effettuare pagamenti e prelevare contanti in tutto il mondo, rendendola una carta ideale per chi ama viaggiare. Non ci sono limiti giornalieri o mensili di prelievo. Inoltre, è una carta interamente gestibile dall’applicazione o dall’home banking.

Quali sono gli svantaggi

Ci sono anche alcuni svantaggi da considerare, il primo e forse il più importante, sono le commissioni piuttosto elevate per le operazioni di ricarica e prelievo contanti.

Sul mercato si trovano prodotti di pagamento con costi di ricarica e prelievo decisamente più vantaggiosi, per cui potrebbe essere poco adatta a chi deve fare molte operazioni di prelievo.

Carta Chiara non è abilitata ai pagamenti dei pedaggi autostradali, inoltre, viene rilasciata solo da banche partner di Nexi, questo vuol dire che le condizioni economiche possono anche essere diverse da quelle che abbiamo indicato e variare in base all’istituto che emette la carta.

Opinioni e conclusioni

Carta Chiara è una carta prepagata priva di IBAN pensata per effettuare acquisti nei negozi fisici e online, ha il vantaggio di poter essere utilizzata in tutto il mondo e si rivela molto sicura grazie ai sistemi 3D Secure Code di cui è dotata.

Le opinioni di chi la utilizza sembrano essere positive, anche se ci sono da considerare i costi di gestione un po’ alti rispetto ad altre carte prepagate.

La possibilità di poterne fare richiesta anche se avere un conto corrente presso la banca emittente e senza essere maggiorenni, rendono Carta Chiara una soluzione alla portata di tutti.

Ma, crediamo sia indicata soprattutto per chi fa sporadicamente piccoli acquisti nei negozi e online o, per chi, deve recarsi all’estero e non vuole portarsi dietro troppi contanti.

Dati i costi di gestione più alti, non è consigliata per operazioni di ricarica e prelievo con frequenza giornaliera.

Diritto di Recesso

Il titolare di Carta Chiara può recedere in qualunque momento e senza alcune penalità e/o spese di chiusura, ma in caso di somme a debito, dovranno essere versate per conferma la chiusura.

Come disattivare Carta Chiara

Carta Chiara viene rilasciata da più banche convenzionate con Nexi, in linea generale, bisogna inviare una comunicazione scritta alla Società, Banca o Soggetto Collocatore, di richiesta di disattivazione della, allegando la carta debitamente tagliata.

La procedura da seguire e gli indirizzi cambiando in base all’istituto finanziario o bancario che l’ha emessa, per cui ti invitiamo a visitare il sito ufficiale dello stesso per scoprire l’iter e i documenti richiesti per disattivare la carta.

Alternative a Carta Chiara

Puoi provare diverse alternative a Carta Chiara, magari preferendo delle soluzioni con IBAN come Postepay Evolution, Superflash e Mps Spider.

Lascia un commento