Diventare Host Airbnb: esperienze e consigli

La piattaforma ormai molto conosciuta di Airbnb permette non solo di trovare l’alloggio perfetto per le vacanze o per i viaggi di lavoro, ma può anche far arrotondare lo stipendio o addirittura guadagnare parecchio a chi possiede una stanza o una casa a disposizione degli ospiti.

Come iscriversi su Airbnb da Host

L’iscrizione è davvero semplice e veloce, oltre che gratuita e senza vincoli particolari: servono pressoché le medesime informazioni di chi si vuole registrare come Guest (visitatore/viaggiatore).

Ti basterà scattare qualche foto (consigliamo che siano però delle foto d’impatto, con la casa o stanza pulite, in ordine e luminose), compilare i dati relativi all’immobile, i prezzi da proporre (osserva la media di quelli nella tua zona) e una descrizione.

Cosa succede con Airbnb

Dopo la pubblicazione dell’annuncio, molto probabilmente riceverai delle richieste di prenotazione. Ma… quanto puoi davvero guadagnare in questo modo? E come fidarsi di persone estranee?

Facciamo qualche conto.

Con Airbnb esiste un’assicurazione che copre i danni causati da terzi nelle tue proprietà; si tratta di una quota che ti permette di dormire sonni tranquilli nel caso in cui i tuoi amati inquilini rompano qualcosa o si facciano male. In Italia l’Host è coperto fino ad 1 milione di dollari.

Buona norma è quella di chiedere una caparra a chi affitta la tua proprietà, soprattutto se stiamo parlando di settimane e non di giorni.

Se non sussistono problemi, la caparra verrà restituita, altrimenti potrà essere bloccata dall’Host, se per giusta causa.

Pagamenti su Airbnb

Non c’è un vero e proprio passaggio di denaro tra Host e Guest: i pagamenti avvengono in toto attraverso la piattaforma. Tra locatore e locatario non c’è scambio di contanti, e questo è un ottimo punto a favore della sicurezza e della trasparenza.

Il rischio di essere imbrogliati è praticamente nullo con Airbnb!

Alcuni Guest pagano in anticipo l’intera somma, altri preferiscono dare un acconto e poi saldare prima del viaggio.

I pagamenti accettati comprendono le carte di credito di uso comune, il bonifico bancario oppure Paypal.

Chi affitta il proprio alloggio riceverà i soldi della transazione solamente dopo l’inizio del soggiorno.

 

Un annuncio efficace su Air bnb

Dopo esserti registrato fornendo tutte le informazioni del caso, ti consiglio di compilare la scheda dell’alloggio in tutti i suoi campi: gli utenti, infatti, prediligono un annuncio completo con molte descrizioni, consigli, suggerimenti e che presenti le condizioni dell’alloggio e del soggiorno in modo chiaro ed esaustivo.

Per scattare le foto della location, potrebbe essere una buona idea farsi aiutare da un fotografo professionista, che sia in grado di creare la giusta atmosfera e di esaltare i pregi e nascondere eventuali difetti (non gravi, però!) dell’alloggio in questione.

Questo costerà un po’ di tempo e forse anche qualche soldo, ma essere presenti sulla piattaforma non basta.

L’annuncio deve essere efficace e seguire tutte le linee guida di airb&b per apparire tra le prime proposte durante una ricerca!

Con questi piccoli accorgimenti, le prenotazioni non tarderanno ad arrivare!

Lascia un commento